BENEDETTA PANISSON

artist

Benedetta Panisson (1980, Venezia) è un’artista visiva, lavora con la fotografia, video e live performance, intrecciando la pratica artistica con la ricerca accademica.
È impegnata in una ricerca di dottorato presso Durham University, dopo aver conseguito una laurea in Storia delle arti all’Università Ca’ Foscari di Venezia e un master in Performing Arts all’Accademia di Brera.

La sua ricerca si concentra sulle relazioni tra corpi e paesaggi marini e insulari, e su come queste relazioni producano una proliferazione di immaginari sessuali. Essendo lei stessa un’isolana, attraverso un’estetica fatta di tropi marittimi, interagisce con le comunità marittime, le loro intimità e pratiche sensuali.
“Da isolana mi è sempre stato piuttosto chiaro come mari e isole siano luoghi in cui collochiamo erotismi, esotismi, sensualità, esorbitanze. È questo immaginario che muove la mia produzione fotografica, video, e performativa. La relazione tra corpo umano, animale e spazio marittimo, e come questo intreccio produca immaginari visuali e testuali sessuali, è quanto mi interessa esplorare sia nella pratica artistica che in quella accademica.”

Projects for Volcanic Attitude

Sea Fist è una delle piccole azioni performative sulla relazione sensuale e contrastata tra corpo e mare: un pugno penetra ripetutamente la superficie del mare, è un buco di acqua e schizzi. L’acqua vulcanica risponde con bolle di vapore sulfureo. Fa parte di Excess Island, un long term project, tra pratica artistica e ricerca accademica (PhD a Durham University, UK), che prende forma in uno spazio insulare fatto di immaginari, nozioni, e visualità sessuali. Si focalizza sulla relazione tra corpi, mare, e isole, e come queste producano, in una storia di egemonia coloniale ed esotismo, e poi di affermazione insulare, una esorbitanza sessuale che, come isolana, mi è cara.

Ha esposto in musei, gallerie e istituzioni internazionali. Tra le mostre recenti ricordiamo  The Sexuality of the Uncontacted on a Video Tape, Cambridge University, CRASSH, UK; 2022, Sexual Display from the Abyss, 11th European Feminist Research Conference, Atgender; 2021, Excess Island, solo show, OPR Gallery, curated by F. J. Hernandez Adrian and PHROOM, Milan; 2019, Horizonte, Mar, Exceso, Exorbitancia, TEA Tenerife Espacio de las Artes, Canary Islands, SpainIn Italia il suo lavoro è rappresentato dalla Galleria OPR di Milano.

https://www.benedettapanisson.com/

 

Luoghi d’intervento: Faro di Gelso, Vulcano, Talk sulla Terrazza Hotel Les Sables Noirs, Vulcano

Photo and video: Davide Pompejano

Web development: Creactive Room

Type: Collletttivo e CAST Foundry